Site Overlay

I sette colli di Roma parte 1

Secondo la storia, Roma fu costruita sopra sette colli, queste alture sono tuttora evidenti nel centro storico della città moderna, ed hanno un’altezza di circa 50 metri. Perché sono proprio sette? Innanzitutto per parlare dei colli di Roma bisogna fare riferimento alla lista ufficiale, quella riportata da Plutarco e Cicerone all’interno delle loro opere, parlano appunto di sette colli. I sette colli di Roma sono:

I sette colli di Roma parte 1
I sette colli di Roma parte 1
  • Aventino;
  • Campidoglio;
  • Celio;
  • Esquilino;
  • Palatino;
  • Quirinale;
  • Viminale.

Ma nel centro storico della città esistono altri tre colli, il Gianicolo, il Pincio ed il Vaticano. La classificazione di questo aspetto storico di Roma ha subito diverse modifiche, in funzione dell’espansione del centro storico della città. In alcune epoche i colli Gianicolo e Vaticano facevano parte dell’elenco ufficiale, ma in questo non comparivano il Quirinale e il Viminale. Tra modifiche, sostituzioni e cambiamenti, alla fine è prevalsa l’indicazione dei sette colli, numero molto interessante poiché è il medesimo dei primi re di Roma.

Una passeggiata per i sette colli di Roma

Ci sono numerose agenzie che organizzano proprio degli itinerari a passeggio per i sette colli, ma secondo me optare per un percorso fai da te è molto più divertente ed interessante. Basta munirsi di una mappa ed avere tanta voglia di camminare per scoprire così quanto di bello ha da offrire la Città Eterna. Facendo parte del centro storico della città, i sette colli ospitano alcune delle principali attrazioni che rendono Roma un gioiello dalla bellezza straordinaria, noto in tutto il mondo.

Innanzitutto il mio consiglio è di partire dal colle Celio, per farsi un’idea di Roma dall’alto.  È un promontorio dal quale si può ammirare il Colosseo e che ospita anche Via dei Fori Imperiali, una via pedonale in cui passeggiare è piacevole ed emozionante in quanto, se ci si ferma a pensare, si sta camminando a piccoli passi verso quello che fu il centro politico, economico e sociale della mitica Roma dell’impero. Altri monumenti molto interessanti ma forse meno conosciuti, che si trovano sul colle Celio sono la Basilica di Santo Stefano, con la sua originalissima forma circolare e poiVilla Celimontana, sede ogni estate di un suggestivo festival di musica jazz.

Il palatino, dove tutto ebbe inizio
Il palatino, dove tutto ebbe inizio

Il palatino, dove tutto ebbe inizio

Proseguendo, seconda tappa del nostro tour ci porta al Palatino, che è quello sul quale Romolo fondò, secondo la leggenda, la città di Roma, quindi dove tutto ebbe inizio.  Qui sorsero i primi centri abitati e qui infatti si trovano ipalazzi più grandi, e le grandi residenze di Tiberio e di Nerone. Si dice che qui la Lupa allattò Romolo e Remo, ed è per questo che tutti gli imperatori – da Augusto a Domiziano – vollero costruire proprio su questo colle le loro abitazioni. I resti possono essere ammirati nell’area archeologica che domina il colle, infatti si può dire che il Palatino, più che un colle, è un museo a cielo aperto. Se con questo articolo ho attirato la vostra attenzione, non perdetevi il prossimo in cui prosegue il tour alla scoperta dei sette colli della città eterna. E adesso non vi resta che programmare una visita a Roma.